L'innovazione nel territorio

Mbgf

MBGF srls-AIRsana ha brevettato il suo Dispositivo, Tecnologia e Metodo a doppio flusso. Un getto di vapore saturo secco a 160°, iniettato ad alta pressione, rimuove lo sporco più nascosto e grazie allo shock termico elimina i microorganismi patogeni come virus, batteri e muffe.
Contemporaneamente tramite l’aspirazione, i residui e gli aerosol contaminanti vengono risucchiati evitando che possano diffondersi nell’ambiente e diventare pericolosi, sia per l’operatore sia per il Cliente.
Il metodo AIRsana® è ecologico, perché non vengono utilizzati solventi chimici ma unicamente vapore: una scelta vincente per la salute e per l’ambiente. Forse per questo il brevetto italiano sta conquistando il mondo e stuzzicando l’interesse di grandi aziende, sempre più attente al welfare e alla sostenibilità ambientale.
AIRsana® garantisce una sanificazione unica, effettuando un cross-checking che rileva la variazione della flora microbiologica prima e dopo l’intervento, grazie a un prelievo a tampone per ogni singola unità sanificata, che permette di misurare la carica batterica presente nel sistema di climatizzazione.

Settore: SERVIZI

Dati della startup

Costituzione Impresa : 20/10/2016
Data iscrizione alla sezione delle PMI Innovative: 15/06/2022
Denominazione:
MBGF S.R.L.
Comune: MILANO
Codice Fiscale: 02720490420
Forma Giuridica : SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA
Codice Ateco : 721909
Settore : SERVIZI

Mbgf

Modello di Business

Il dispositivo Airsana nasce dall’esigenza di rispondere a bisogni sociali e ambientali sempre più specifici e urgenti, che saranno al centro dell’agenda politica dei prossimi anni in Italia e nei paesi industrializzati. L’inquinamento dell’aria indoor rappresenta un problema importante per la salute delle persone, con grandi implicazioni sociali ed economiche. Il peso sociale può essere misurato non solo in termini di disagio e malattie (tra le malattie correlate alla permanenza all’interno di un edificio vi sono asma, bronchite, polmonite, febbre daumidificatore, rinite, sinusite, legionella, ecc.), ma anche in termini di costi economici per la sanità pubblica, di calo della produttività e del benessere complessivo della popolazione. Le conseguenze legate alla cattiva qualità dell’aria indoor sono anche ambientali e si misurano in termini di riduzione dell’efficienza energetica degli impianti, aumento dei guasti, aumento dei consumi elettrici e conseguente aumento di inquinanti nell’aria (CO2). In tale contesto, Airsana si propone di superare il paradigma del solo profitto per abbracciare un approccio economico fondato sui temi dell’innovazione sociale: tutela della salute e riduzione dell’impatto ambientale. Ciò si realizza attraverso: – lo sviluppo di una tecnologica totalmente ecologica, attenta alla salute e sicurezza delle persone e alla tutela dell’ambiente – la sensibilizzazione culturale su strumenti e best practice per la prevenzione dei rischi legati all’inquinamento dell’aria indoor, attraverso protocolli appositamente studiati e formazione specifica – un modello di business basato su un rapporto che vede i clienti come partner nel perseguimento di obiettivi comuni di tutela della salute dell’operatore e delle persone, di riduzione dei consumi, di aumento dell’efficientamento energetico, ecc. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita delle persone, con un impatto positivo sulla società.

Innovazione

In possesso di titoli di proprietà intellettuale in capo all’impresa e/o ai founder e/o terzi EP 3 171 898 B1 proprietario – Brevetto per invenzione industriale Breve descrizione degli aspetti di innovazione che caratterizzano il business dell’impresa AIRsana nasce con l’obiettivo di rispondere all’esigenza, emersa negli ultimi anni, di garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e negli spazi indoor, ove la popolazione trascorre gran parte del proprio tempo (fino al 90%) (Studio Istituto Veronesi). Negli ultimi anni sono sempre più diffusi sintomi e patologie riconducibili alla cd. “Sindrome da Edificio Malato” (Sick Building Syndrome), termine che indica un quadro sintomatologico definito che si manifesta in un elevato numero di persone che occupano edifici dotati di impianti di ventilazione meccanica e di condizionamento d’aria globale. I batteri e i virus trovano proprio nei sistemi di ventilazione e di climatizzazione mal puliti un veicolo preferenziale di diffusione. La recente esperienza del Coronavirus lo ha dimostrato: come dichiarato da Andrea Casa, presidente di A.I.I.S.A e membro della prestigiosa NADCA, gli impianti d’aria costituiscono il primo vettore di diffusione di un potenziale contagio di questo virus respiratorio. Per tale ragione, nel momento di emergenza che stiamo vivendo, in via preventiva è stata disposta in più Comuni la sanificazione degli impianti centralizzati di aerazione e condizionamento. Inoltre, negli ultimi decenni si sono verificati profondi mutamenti nella qualità dell’aria indoor a causa del progressivo aumento di sorgenti inquinanti presenti in molti prodotti per la casa, in materiali di costruzione e arredo e in strumenti di lavoro come stampanti, ecc. (VOC). Cresce quindi l’esigenza di ricorrere a servizi di sanificazione dei sistemi HVAC, a cui Airsana risponde con una tecnologia brevettata, che si distingue e supera gli attuali strumenti in uso, i quali si limitano alla pulizia e disinfezione, senza realizzare una reale ed efficacie sanificazione. Inoltre, grazie all’applicazione dell’IOT, del Cloud e degli analytics, Airsana adotta politiche di manutenzione e service basate sullo “sfruttamento” del prodotto, trasformando il cliente in partner commerciale.

Requisiti di innovazione tecnologica

R&S

Team Qualificato

Proprietà Intellettuale

classe di produzione
100K-500K euro
B

Leggenda Classe di Produzione
A=1-100K euro
B=100K-500K euro
C=500K-1M euro
D=1M-2M euro
E=2M-5M euro
F=5M-10M euro
G=10M-50M euro
H=più di 5OM di euro
ND=non disponibile

classe di addetti
0-4 addetti

Leggenda Classe di Addetti
A=0-4 addetti
B=5-9 addetti
C=10-19 addetti
D=20-49 addetti
E=50-249 addetti
F=almeno 250 addetti
ND=non disponibile

A
classe di capitale
10K-50K euro
4

Leggenda Classe di Capitale
1=1 euro
2=1-5K euro
3-5K-10K euro
4=10K-50K euro
5=50K-100K euro
6=100K-250K euro
7=250K-500K euro
8=500K-1M euro
9=1M-2,5M euro
10=2,5M-5M euro
11=più di 5M di euro
ND=non disponibile

prevalenza femminile
Forte

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente

prevalenza giovanile
NO

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente

prevalenza straniera
NO

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente