L'innovazione nel territorio

Innovazione A Catena

La società ha come obbiettivo quello di investire in ricerca e sviluppo per implementare e perfezionare attrezzature per la posa in opera di telai per porte scorrevoli, finestre, portelloni, porte, allumini, ecc. Successivamente ci sarà la fase di commercializzazione delle attrezzature e lo sviluppo di ulteriori tecnologie da applicare prevalentemente al settore dell’edilizia.
La società è già licenziataria di un brevetto che intende perfezionare.

Concorrenza

La concorrenza allo stato attuale può solo essere indiretta ed è rappresentata dalle tradizionali aziende che operano nel settore edile. Il macchinario innovativo che si intende realizzare e commercializzare consentirà di collocarsi in una posizione quasi di leadership poichè, come precedentemente evidenziato si punterà su un abbattimento di costi e di tempo.
Labels: edilizia
Canali di Vendita: Agenti

Stadio della startup

Prodotto/Servizio

Team

Dati della startup

Costituzione Impresa : 08/02/2020
Data iscrizione alla sezione delle Startup: 17/02/2020
Denominazione:
INNOVAZIONE A CATENA A SOCIO UNICO S.R.L.
Comune: SALERNO
Codice Fiscale: 05877450659
Forma Giuridica : SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA
Codice Ateco : 257311
Settore : INDUSTRIA/ARTIGIANATO

Innovazione A Catena

Modello di Business

La società sarà dotata di un reparto dedicato alla ricerca e sviluppo e alla produzione e uno, invece, dedicato alla commercializzazione delle attrezzature che saranno realizzate. A seconda della crescita anche la struttura di vendita verrà adeguata garantendo una presenza costante su tutte le aree di interesse.

Innovazione

In possesso di titoli di proprietà intellettuale in capo all’impresa e/o ai founder e/o terzi 102015000040982 licenziatario – Brevetto per invenzione industriale Breve descrizione degli aspetti di innovazione che caratterizzano il business dell’impresa Il BREVETTO oggetto della presente analisi ha la sua origine nella domanda italiana 102015000040982 depositata in data 31.07.2015 e concessa in data 05.01.2018. Il BREVETTO ha validità esclusivamente in Italia ed è stato regolarmente rinnovato, mentre ad oggi non sono presenti brevetti o domande di brevetto depositati all’estero. Il BREVETTO ha per oggetto un attrezzo per la posa in opera di controtelai per porte e finestre, in particolare controtelai per porte scorrevoli. Lo stato della tecnica di riferimento è rappresentato da soluzioni completamente manuali che prevedono il fissaggio temporaneo del controtelaio nella posizione di installazione mediante mezzi estemporanei, quali cunei inseriti tra il controtelaio e la sede muraria, che non garantiscono né la precisione né la stabilità del posizionamento, con conseguente lentezza, complessità e imprecisione dell’operazione di posa, che risulta anche più costosa. Si citano poi i documenti TO2010A000866, EP1959072 e DE4129472, in cui sono stati proposti alcuni attrezzi o dime per il fissaggio preciso di telai e controtelai che semplificano le fasi di manipolazione e posizionamento del telaio. In particolare, la citata domanda italiana TO2010A000866 descrive una dima che comprende un braccio a lunghezza regolabile provvisto alle sue estremità di morsetti atti ad afferrare i montanti del telaio. In questo modo è possibile avere un riferimento comune per il loro allineamento verticale ed il posizionamento in posizione reciprocamente parallela. La barra può essere provvista di una livella per la verifica del corretto posizionamento ed anche di staffe per allineare il controtelaio a filo con l’apertura del vano ricavato nella parete. Tali soluzioni, anche se semplificano alcune fasi della posa in opera del telaio ed in alcuni casi non richiedono il ricorso a rimedi artigianali, non sono esenti da alcuni inconvenienti. Innanzitutto, simili attrezzi non sono adatti alla posa di controtelai per porte a scomparsa, ma solo per porte a battente, in quanto i controtelai per porte scorrevoli comprendono un pannello metallico che non può essere afferrato dai morsetti presenti alle estremità della barra. Inoltre, le soluzioni sopra descritte non permettono di regolare sia l’allineamento verticale che quello orizzontale del telaio. Il problema tecnico posto dall’invenzione è quello di consentire l’installazione in maniera rapida e precisa e con ridotto ricorso a personale operativo, peraltro senza che gli operatori addetti siano provvisti di particolare perizia, consentendo la posa in opera di un numero relativamente elevato di controtelai anche in un solo giorno. La domanda iniziale presentava una sola rivendicazione indipendente e nove rivendicazioni dipendenti. La domanda di brevetto era sottoposta ad una ricerca di brevettabilità da parte dell’Ufficio Europeo Brevetti (EPO) con conseguente rilascio di un Rapporto di Ricerca in data 17.03.2016. Tale rapporto evidenziava un unico documento considerato rilevante, ossia il brevetto statunitense US2748493, a fronte del quale il Ricercatore EPO emetteva un giudizio sintetico con cui riconosceva la novità delle rivendicazioni 2-10 e l’attività inventiva delle rivendicazioni 3-10. In fase di esame, tuttavia, si provvedeva a limitare la rivendicazione 1 inserendo al suo interno le caratteristiche della rivendicazione 2, alla luce del fatto che tale documento dello stato dell’arte descriveva un attrezzo per il montaggio di controtelai non adatto alla posa in opera di controtelai per porte scorrevoli, per altro non ancora inventati alla data di deposito di D1. A fronte della replica al Rapporto di Ricerca depositata in data 02.05.2017, l’UIBM provvedeva così al rilascio del BREVETTO.

Requisiti di innovazione tecnologica

R&S

Team Qualificato

Proprietà Intellettuale

classe di produzione
non disponibile
ND

Leggenda Classe di Produzione
A=1-100K euro
B=100K-500K euro
C=500K-1M euro
D=1M-2M euro
E=2M-5M euro
F=5M-10M euro
G=10M-50M euro
H=più di 5OM di euro
ND=non disponibile

classe di addetti
non disponibile

Leggenda Classe di Addetti
A=0-4 addetti
B=5-9 addetti
C=10-19 addetti
D=20-49 addetti
E=50-249 addetti
F=almeno 250 addetti
ND=non disponibile

ND
classe di capitale
1-5K euro
2

Leggenda Classe di Capitale
1=1 euro
2=1-5K euro
3-5K-10K euro
4=10K-50K euro
5=50K-100K euro
6=100K-250K euro
7=250K-500K euro
8=500K-1M euro
9=1M-2,5M euro
10=2,5M-5M euro
11=più di 5M di euro
ND=non disponibile

prevalenza femminile
NO

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente

prevalenza giovanile
NO

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente

prevalenza straniera
NO

Legenda prevalenza femminile/giovanile/straniera
NO: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 ≤ 50%
Maggioritaria: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 > 50%
Forte: [% del capitale sociale + % Amministratoril / 2 > 66%
Esclusiva: [% del capitale sociale + % Amministratori] / 2 = 100%
?: Non disponibile

I dati sulla prevalenza sono riferiti al trimestre precedente